martedì 29 novembre 2011

Vado a morire in Svizzera

Lucio Magri, comunista italiano d'altri tempi, invece di portare i soldi, coerente fino alla fine, in Svizzera ha portato la sua morte.

Un paese incivile l'Italia, che, se vuoi morire, ti costringe a buttarti da un balcone, come un anno fa fece Mario Monicelli.

Un paese incivile, ostaggio di partiti e Vaticano, dove nascita e morte non possono essere praticati in piena libertà e rispetto di sé.

La bella morte di Magri mette in luce l'oscurantismo in cui viviamo.

Nessun commento:

"Un nuovo palinsensto per gli Etruschi di Gonfienti": una anticipazione

Copio di seguito una anticipazione del Prof. Preti per la conferenza che terrà domenica 17 dicembre ( ore 16 con ingresso libero) al Teatro...