venerdì 9 dicembre 2011

Chiude il cinema Eden a Prato

Dunque sembra che il cinema Eden di Prato chiuda, si legge su Il Tirreno cronaca locale.
Ossani, il propietario emiliano filo-destra alle ultime elezioni, dice che mancano i parcheggi nel centro storico.Che tradimento.
Un bel colpo alla pubblicità del "Se vuoi bene alla città vivi il centro", che è stata fatta inutilmente, con i soliti toni demagogici, con i nostri soldini comunali. 
Che disastro. 
Avevamo sentito lamentare il proprietario dell'Eden diverse volte, ma questa sembra quella buona. Dice che se ne andrà a Mezzana a proiettare i film. Dunque in periferia.

Ma già immaginiamo e vediamo il sindaco Cenni parlare con Ossani e convincerlo a non farlo...Gli dirà: "Se vuoi bene alla città, resta in centro". Ci riuscirà?

In realtà il problema è più complesso e ridurre la crisi che stanno soffrendo i cinema in questo periodo alla mancanza di parcheggi a Prato è davvero riduttivo, e ridicolo.

La gente non va più al cinema perché i film che girano per le sale non sono attraenti, sono del tutto insignificanti. Io stessa vorrei andarci più spesso, ma non c'è niente che mi piaccia. Questo è il primo punto. Manca la qualità; tanti film, ma la distribuzione punta solo a far girare solo film di cassetta, che poi alla fine hanno stancato. E poi sono sempre gli stessi.

I proprietari e gestori delle sale dovrebbero in primo luogo prendersela con la distribuzione cinematografara.

Lo capiranno? Faranno girare anche film diversi, che pure sappiamo che vengono girati e confezionati?
Anche a teatro succede così. La qualità è bassa, bassissima. E i caproni salgono sul palco, e le caprette applaudono!
E poi, quanti spettacoli! Guardate quanta roba ci propinano per le feste, magari sottopagata e di cattiva qualità, ma quanta!

C'è poi la componente-crisi, è indubbio, insieme alla forte fortissima concorrenza della Multisala e di altre multivisioni oscene che danno il colpo di grazia.

Ma anche i supermercati del cinema sono in affanno, tant'è alcune multivisioni si sono accordate, qui a Prato ma so anche altrove, con la Coop per fare entrare i soci a prezzo scontato. 

E così, colpendo su più fronti, la Coop continua a monopolizzare e a strozzare tutti, senza che nessuna anti-trust dica nulla.

Di questo non si fa cenno nella Regione-Partito.

1 commento:

Simone ha detto...

Le lamentele sulla mancanza di parcheggi sono idiote, oltre che inutili: Cosa pretende, questo signore, che piazza Buonamici sia trasformata in un garage? Che si possa parcheggiare davanti all'ingresso del suo cinema bloccando l'ingresso? Ma se il parcheggio delle Carceri è DIETRO il suo cinema!! Ma se quello di Piazza Mercatale è a poco più di 300 metri?? Il problema dei pochi spettatori ha ben altre motivazioni, già benissimo espresse nel post. Il gestore dell'Eden si rende conto che se dessimo retta a lui e ai commericianti che vogliono auto ovunque il Centro della città diverrebbe un posto invivibile, un vero orrore e nessuno, stavolta per davvero, avrebbe voglia di farci nemmeno due passi ?

Parma aveva bisogno di diventare capitale della cultura?

Parma sarà la Capitale della Cultura 2020. Ma questa città aveva proprio bisogno di essere incoronata? Ci sono altre città che forse avre...