venerdì 20 luglio 2012

Domenica 22 luglio 2012 non perdetevi CENTURIONE

Al Pereto del Teatro La Baracca, ore 21,30, con ingresso libero. 
Chi vuole può fare una offerta al teatro.
(nella foto Gianfelice D'Accolti)


In caso di maltempo lo spettacolo avrà luogo in teatro.

I politici locali: questi fantasmi

La rarefazione della presenza dei 'politici' locali, è impressionante.
Questi, nel piccolo, si comportano esattamente come quelli nazionali, a scala ridotta.

In questi anni dei politici e amministratori eletti e non in giro se ne sono visti ancor meno degli anni passati.
A tal punto che uno si chiede se siano reali o meno.

Questa gente non ha la minima idea del territorio, e si mostra solo su VIDEO, su GIORNALI, in CONFERENZE STAMPA.

Sono lontani dalla gente come la Terra da Plutone.

Questi politici fantasmi, inconsistenti e vacui, sanno praticare solo la pubblicità di sé; in questi ultimi tre anni  è stato ancor più evidente.

Naturalmente questi che comandano ora, sia a livello locale che nazionale, sono destinati a scomparire, loro lo sanno; tuttavia in quanto fantasmi daranno fastidio e ci faranno un po' paura, di notte, muoveranno qualche tavolino o sposteranno sedie. Svuotando la cassa, of course (sintagma inglese che sembra significhi 'di corsa').

giovedì 19 luglio 2012

L'arguzia linguistica dei pompieri spagnoli


Traduzione 'facile' e corrente della scritta di questa foto dei pompieri di Madrid:
"Dopo tanti tagli,  in mutande siam rimasti".

Traduzione più volgare e moderna, ambigua, che non si cura dell'etimo della parola:
"Taglia e ritaglia, c'è rimasta sol la 'palla' "

Traduzione filologica e un po' chisciottesca:
"Taglia e ritaglia, ci rimane la pellaccia".

I cinesi e il costo del lavoro

Dopo la recente nascita della prima filiera tessile cinese, con l'acquisto di una tintoria, i tintori pratesi accusano i cinesi di fare affari solo grazie all'abusivismo e al lavoro a nero. 

Che loro fanno miracoli solo grazie a questo. E' una vecchia storia.

Che il lavoro a nero sia diffuso, e che lo sia stato diffusamente, anche fra gli italiani, anche per esempio in questi giorni nelle località di mare, dove molti stagionali lavorano praticamente a nero, LO SANNO TUTTI.

Se va bene, se si trova il datore di lavoro onesto, ti chiede di dichiarare meno, per pagare meno tasse.

Sarebbe così semplice cambiare le regole, ridurre gli oneri sociali e far sì che tutti li paghino correttamente. Cambiando il carico del costo del lavoro, ci sarebbe semplicemente più lavoro.
Il fatto che non si faccia, fa pensare che non si vuole regolarizzare il sistema, che si vuole continuare a farlo vivere così, 'abusivo' e  con un lavoro 'schiavizzato'.

mercoledì 18 luglio 2012

Panariello, cantore di Cenni

Ieri a Prato il concerto di De Gregori.  Io non c'ero.
Però mi hanno riferito che era presente Panariello, il quale sarebbe salito sul palco e avrebbe tessuto, scusate il verbo archeo-pratese, le lodi sul sindaco Cenni prima dell'ingresso del cantautore.
Non posso dire se abbia lodato il sindaco come organizzatore di eventi speciali per Prato oppure come politico (?).
Riferiscono che le parole del 'comico' siano state seguite da un timido applauso.

Intanto, mentre Cenni, presente al concerto, veniva omaggiato da Panariello,  nella zona del Soccorso invano si aspettava il sindaco per discutere di uno dei problemi della città, il paventato sovrappasso sulla Declassata, che i cittadini vogliono scongiurare. 

Mi sembra opportuno, vista l'occasione, pubblicare una vignetta satirica di "Lello", che avevo ricevuto qualche tempo fa, sul nostro sindaco...

La favola del risparmio

Copio incollo qui di seguito "la favola del risparmio" inventata dai politici (?) e amministratori (??) del Comune di Prato per ridurre l'informazione culturale del sito internet comunale. Come potete leggere, sono salvati gli eventi di 'particolare rilevanza' (sic! cioè quelli che organizza l'assessorato alla cultura, pensate un po') e le comunicazioni periodiche (le newsletters) sono eliminate eccetto...quelle partorite dall'Assessorato stesso.
Intanto "la favola del risparmio" non riguarda tutti e prevede grandi concerti, buon dispendio di danaro a destra e a manca, in particolare proprio nella pubblicità e nel settore amministrativo, con una grave flessione nell'offerta di sostanza e significativa, con un impoverimento culturale delle periferie e conseguenti aggravi di problematiche sociali. 
Questa è  la comunicazione ufficiale del servizio "Punto per Punto":
Gentile utente,
La riduzione delle risorse economiche a disposizione dei Comuni sta imponendo delle scelte obbligatorie per quanto riguarda i servizi che l’Ente è in grado di garantire ai propri cittadini.
Per non incidere sui servizi essenziali (asili nido, refezione e trasporto scolastico ecc.), si è preferito ridurre il costo dei servizi che non rientrano tra le funzioni istituzionali del Comune. Rientra in questa categoria la banca dati del tempo libero per la quale è stato deciso di semplificare l’archivio inserendo solo gli eventi di particolare rilevanza che si svolgono nel territorio comunale.
Questa decisione da un lato non riduce la qualità del servizio offerto dato che gli eventi più significativi saranno inseriti, dall’altro riduce il suo costo attraverso l’eliminazione di alcune  newsletter (“Rassegne  estive”, “Cosa fare nel week end” che rimane solo nell’opzione “Tutti gli eventi”)
Nei  prossimi giorni sarà definitivamente interrotto l’invio delle predette newsletter.
La sospensione delle newsletter non comporta l’automatica eliminazione degli  utenti iscritti in quanto, con la stessa registrazione, è possibile anche usufruire degli altri servizi messi a disposizione dei cittadini (es: iscrizione ai concorsi del Comune, ai corsi delle Circoscrizioni, ecc..)
Chi desidera cancellarsi potrà comunque farlo in maniera autonoma da questa pagina:
In alternativa è possibile sottoscrivere una o più delle altre newsletter offerte dal servizio Puntoperpunto accedendo al proprio pannello di controllo:
Ricordiamo infine che da qualche mese è attiva la nuova newsletter del Portale della Cultura:
per iscriversi è sufficiente inserire il proprio indirizzo e-mail.
Ci scusiamo con tutti gli utenti, nella speranza che possano comprendere e condividere le motivazioni alla base di queste scelte.

martedì 17 luglio 2012

Torna "Centurione" e...ne parla perfino il 'Corriere'!

Domenica prossima, 22 luglio ore 21,30, al Pereto del Teatro la Baracca si replica "Centurione", la commedia che ho scritto e che Gianfelice D'Accolti recita magistralmente.

Lo scrivo non solo per informare, ma perché è proprio di queste ore la notizia che i 'veri' centurioni si sono organizzati e si sono rivolti alla famosa avvocato Bongiorno per tutelare i propri 'interessi'.

Ancora una volta il nostro piccolo teatro è 'grande' nel focalizzarsi sui problemi attuali.
Sono orgogliosa di questo.
Dimenticavo: il costume di Centurione è della Sartoria Monaco di Agliana; gli stornelli in romanesco, come d'altronde è in romanesco anche il testo, li ho composti e li canto io.

Venite a trovarci: l'ingresso è libero; chi vuole può fare un'offerta al teatro.


Mentre il Teatro di Volterra crolla...

Mentre il Teatro di Volterra crolla e non è più agibile per spettacoli teatrali, in Toscana si parla di potenziare l'Aeroporto di Firenze, di Alta Velocità e di costruire terze inutili corsie alla Firenze-Mare (A11).

Meno male che abbiamo i grandi attori del passato, come Fo e Albertazzi che lanciano strali contro le varie amministrazioni distratte che hanno lasciato il teatro, costruito da Vitruvio pare, nell'incuria più totale, altrimenti con questi amministratori non si sentirebbe che parlare di pista convergente e divergente, di numeri, di 'grande attesa per' eccetera eccetera.

Hai visto, gli attori, se punti e pungolati nel loro interesse, anche loro si mettono anche a fare gli intellettuali.


Riscossa di Prato: trucco e paccottiglia ci sono eccome

Il SOLE 24H dedica a Prato un articolo: "La riscossa di Prato: una provincia senza trucco". (1) Nell'articolo si celebra ...