venerdì 14 settembre 2012

Ilaria Maffei: l'assessore giovane che fa politica vecchia

Così abbiamo notizia che anche la giovane assessore alla cultura loro Ilaria Maffei, la signora della cultura SEL della Piana FI-PO-PiT, ha tanto perorato la causa della Fondazione Toscana Spettacolo, e a tal punto che anche PD e IdV (ma bravi!) hanno votato a favore dell'adesione al circuito teatrale della Fondazione Toscana Spettacolo per il Comune di Montemurlo.
Ricordo, per i digiuni di teatro, che Fondazione Toscana Spettacolo è ente ancora in mano alla vecchia gestione della politica,  manovrato dalla potente signora ex-onorevole Magnolfi: tutti insieme gestiscono un monopolio assoluto sul piccolo teatro regionale, di fatto strozzando ogni alternativa sul nascere, facendo circolare quindi chi pare a loro e attuando una vera e propria censura non dichiarata e camuffata, e costringendo i giovani e meno giovani a conformarsi a certi standard per poter 'entrare' nel circuito con un teatro che non 'parla', che si autodefinisce innovativo, ma che  invece è solo, se va bene, nella forma.

Sono fra i responsabili del 'brutto' teatro in Italia. Il peggiore. Quello conformista (di Sinistra) e televisivo.


Centro Scienze Naturali: ecco il nuovo progettino

Oggi hanno presentato il nuovo progettino per il Centro di Scienze Naturali di Galceti a Prato.
In linea si trova questo: w.galcetinocemento.it/doc/3-progetto-csn.pdf
Vedremo meglio che cosa sarà.

Intanto, mentre snocciolano progetti e milioni di euro, a Galceti continua l'incuria più totale, come ho già avuto modo di segnalare pochi giorni fa.
http://primaveradiprato.blogspot.it/2012/08/galceti-e-sporco.html

giovedì 13 settembre 2012

A che punto sono le promesse elettorali



Ecco alcuni, solo alcuni obbiettivi che, dalle ultime promesse elettorali (2009), ancora non sono stati realizzati a Prato:

1. non è stato risolto il problema della 'sicurezza'; anzi, è peggiorato;

2. non è stata favorita l'integrazione dei popoli; anzi, è aumentata la percezione dell'ostilità e il divario culturale;

3. non è stato fatto nulla di concreto per la città etrusca di Gonfienti e relativi scavi;

4. non è stato fatto nulla di concreto, anzi non s'è più parlato del Parco della Piana (ormai derubricato);

5. non è stato arrestato il pericoloso degrado delle periferie;

6. non è stata curata la città nel suo aspetto estetico, e per una sua migliore fruizione;

7. non è stato compiuto alcun passo concreto verso i tanto sbandierati ‘rifiuti zero’;

8. non è stata svolta nessuna politica culturale e sociale per giovani e anziani;

9. non è stata aiutata la crescita del livello culturale (il più basso della Toscana) e artistico (i soldi servono, come prima, solo ai grandi enti o ad associazioni 'amiche', e non alla cittadinanza, che si vuole solo fruitrice passiva di grandi eventi, e non si favorisce la nascita di gruppi culturali autonomi, anzi il contrario);

10. non è stata favorita alcun tipo di mobilità alternativa. 

Quanto spende il Comune

E' stato pubblicato il bilancio di previsione 2012 del Comune di Prato sul sito web.

Come sempre, il cittadino non è in grado e non ha tempo di leggerselo tutto. Ci sono 'campi' troppo generici, confusi: è un bilancio poco chiaro, per esperti.
Tuttavia è importante perderci un po' di tempo, perché si tratta dei nostri soldi, che loro stanno spendendo.
E bisogna vedere come li spendono.

Scorrendo poi il bilancio consuntivo del 2011, così, tanto perché avevo dieci minuti di tempo libero, ho capito che fra le risorse il Comune non prende soldi da settori importanti.  Tanto per citarne alcune:  non risulta incassare un euro da manifestazioni o servizi turistici;  dal settore sportivo o ricreativo; da  artigianato o tanto meno dal settore agricoltura; pochissime risorse prende dalla cultura; spiccioli dal teatro cittadino.

Il settore classificato come 5.01, che è quello dei musei,  ha speso più di cinque milioni di euro (5.493.461);
quello dei teatri e altre funzioni culturali (non si quali, è quello classificato 5.02) ha speso più di 4 milioni di euro (4.675.009,39). Incluso il personale, s'intende.

Non so se anche il Teatro La Baracca è in questo settore, che ha preso, nel 2011 per i suoi spettacoli poco più di 4  mila euro, oneri compresi.

Se avete tempo, vi consiglio di consultare il bilancio 2011, è istruttivo ed è un nostro diritto: http://allegati.comune.prato.it/dl/20120517092907577/01-conto-bilancio.pdf

mercoledì 12 settembre 2012

Perché lo spettacolo su Cafiero Lucchesi è importante

Mentre il Comune di Prato celebra il gioco antico della Palla Grossa in pompa magna e ha ‘visioni’ molto costose oltreché insipide, noi con pochissimi spiccioli ed estremi sacrifici presentiamo uno spettacolo credo significativo, su cui almeno sto registrando grande attenzione.

Significativo perché rende giustizia a un uomo che è morto per le proprie idee e di cui pochi conoscono la vicenda emblematica.

E’ poi il primo spettacolo teatrale sull’argomento: la tragica vicenda di moltissimi italiani comunisti e anarchici perseguitati e condannati dal Fascismo, uccisi dallo Stalinismo, abbandonati da tutti.

E’ una riflessione sul Grande Inganno del Potere.

Berlusconi e la sua grotta

Il PdL sta scomparendo con il beneplacito di Berlusconi , che probabilmente tifa Renzi, e il giornale spagnolo El Pais dà notizia della 'grotta segreta' di Berlusconi a Villa Certosa; se si vogliono vedere le fotografie scattate da Zappadu, guardatele sul suo blog. Dice che la grotta sia stata costruita con i nostri soldi e compiendo diversi abusi. Più che un bunker, sembra una grotta dedicata a Nettuno.

http://elpais.com/elpais/2012/09/11/gente/1347386062_417567.html
http://www.zappadu.com/2012/09/06/abusi-obbedir-tacendo/

martedì 11 settembre 2012

Miss-ing Italia

Sembra che l'osceno evento umano- bovino di Miss Italia sia in profonda crisi.
Questa sì che è una bella notizia! Non interessa più, non attira quattrini.
Basso livello di share televisivo, pessima qualità dello spettacolo (dicono, riporto notizia...).

A Montecatini, che ha speso tanti soldoni per strappare la kermesse umano-bovina a Salsomaggiore Terme, piangono miseria, dicono che l'evento non porta né gente né soldi.
Montecatini sta andando a rotoli (da anni!), e l'arrivo delle passerine non ha salvato dall'abisso della città termale, che in questi anni nulla ha investito in cultura seria e consistente. Nemmeno cambiando giunta.

Faccio l'esempio di Bilbao? Un museo che è riuscito a salvare una città operaia dal crollo?

Ma questi governanti sono quello che sono, perlopiù ignoranti e poco sensibili o coraggiosi, e dobbiamo mandarli a casa tutti, insieme ai partiti che li hanno imposti e inquadrati.

lunedì 10 settembre 2012

Una lettera su "Visionaria" di una cittadina pensante

Qualche giorno fa mi hanno scritto questa lettera a commento dello spettacolo cittadino "Visionaria". La pubblico per mostrare che i "cittadini pensanti" esistono.

"Ciao, Maila
un saluto e un apprezzamento per l'articolo sul tuo blog sullo spettacolo di ieri Prato. (1) 
Anche io ho pensato le stesse cose che ritrovo scritte nel tuo post: staticità, noia, nessuna "paura" per gli appesi,  musica brutta ecc. ecc.
Dopo la serata di ieri, stamani ero curiosa dei commenti: cercavo (mi aspettavo) commenti "negativi" : sulla stampa, su internet, ecc. ecc.  giornali locali parlano tutti di successo (ma non c'è nemmeno un giornalista che faccia il giornalista?), facebook tace e l'unico commento serio ("ragionato") l'ho trovato (per ora) nel tuo post.

Mi sono confrontata dunque con altri  cittadini  presenti alla serata:  mi hanno spiazzato  con commenti positivi (o comunque non negativi)...tra l'altro nessuno che accenni al costo spropositato in questo periodo tremendo di tagli al sociale, alla cultura ecc...

Mi chiedo se sia piaciuto davvero questo spettacolo (prima di "scovare"  il tuo post mi sono messa in discussione io: se è piaciuto a tutti il problema sono dunque io?) oppure se i pratesi hanno del tutto smesso di riflettere, di esercitare un pensiero critico su ciò che viene messo di fronte ai loro occhi.

Un saluto,

C.

La canzone della Palla Grossa

C'erano proprio tutti
non mancava nessuno
le potente i potenti i potentoni
tutti sugli spalti
a guardare il raduno
i calci i picchi i rotolii
dei calcianti

...la Palla Grossa!

O che cultura raffinata
che frittata saporita
propone al popolino
chi comanda a Prato
e come ce la canta!

Dicon che, dicon come,
di pubblico ce n'era tanto
a guardare l'incanto,
evviva evviva!, i calcianti
se la son data di santa ragione,
che gusto che novità
dir peste di Pistoia
e scimmiottar Firenze,
che emozione!

L'altro giorno con il naso in su
ieri con culo e palle a terra,
come se la gode il popolino
in questa eterna fiera settembrina!
ma che goduria, che bella serra
sul Mercatale, hai visto?
ma come l'han rivalutato
e come concio,
questo bel Prato!



domenica 9 settembre 2012

Memorial Italia dà notizia del dramma su Cafiero Lucchesi

L'associazione Memorial Italia ha pubblicato sul suo sito la notizia della prima del dramma su Cafiero Lucchesi.
Ricordo che Memorial è una associazione russa, che ha anche una sede in Italia, appunto Memorial Italia, che si occupa di diritti umani.
http://www.memorialitalia.it/

Riflessioni dopo la presentazione della stagione

Gianfelice mi ha detto: "Sembra un teatro finanziatissimo, e invece il teatro, la stagione non riceve un centesimo". Forse è ...