venerdì 26 luglio 2013

Una provincia senza senso, se non per chi comanda


Il governo Letta è riuscito a fare la magia: province sì, ma senza votazioni, senza la benché minima partecipazione dei cittadini che non potranno votare propri rappresentanti.
Sappiamo quanto fosse poco democratica questa elezione, e come lo siano le elezioni a tutti i livelli, ma così sfacciatamente! Insomma, le province diventano organi di gestione e di controllo.

Che la provincia di Prato si salvi in questo modo dall'essere annessa alla Città Metropolitana (di Firenze) è sommamente ridicolo, e tutto da vedere.


Nessun commento: