lunedì 2 settembre 2013

Settembre pratese, come inorridire un po'

Dopo la presentazione del mio libro, ieri sera, nel Giardino Buonamici che sembrava un eden anche se faceva freddo che non riuscivo a parlare, sono uscita e  ho fatto due passi, a vedere da dove provenisse il frastuono, la musica che barbaramente veniva da lontano e sono finita in piazza Mercatale.

Nemmeno ai tempi del mercato era così barbara.

Un accozzaglia di eventi, cose, persone. la vendita della mozzerella insieme alla Festa Medievale! Chioschetti, gente ben ubriaca, sporco, piscio, uno squallore assoluto.

Quel che ho visto era tutto meno che 'pratese': si poteva essere ovunque, senza nessuna caratterizzazione, nessun rispetto per la piazza...Potevamo essere ovunque, in una di queste feste che ora si organizzano nel mondo omologato. Forse, se fossimo stati in Francia oppure Olanda, ci sarebbe stato qualche poliziotto in più a controllare, scusate, vomito e pipì...

E' questo, è così il centro che si deve valorizzare? Ma chi gestisce questo 'porcaio', con quali nostri soldi? Credo che il sindaco Cenni e compagnia si dovrebbero fare una giratina, almeno per inorridire un po' e vedere come hanno ridotto questo settembre pratese!

1 commento:

Anonimo ha detto...

Sì, e il presidente della circoscrizione centro Taiti addirittura si congratula con la giunta, di questi settembri così orrendi, dice che hanno lavorato bene!

Piazza Mercatale è ridotta a una porcilaia. Inutile che le pagliette spazzino (hanno pisciato anche loro, ma c'è anche la cacca in giro, tanta cacca davanti alle case!), rimane sempre una porcilaia.

Senza contare il volume della musica, NON NE POSSIAMO PIU'.

Chiederò i danni per esaurimento nervoso al comune.

Un abitante di piazza Mercatale