mercoledì 19 marzo 2014

La pace gioca sordamente alla guerra

In questi tempi di pace,
c'è molta guerra in giro!

Invasioni di missili
comprati a buon mercato,

aerei scomparsi
e pronti all'attacco,

lingue battute all'asta e poi
liquidate dai parlamenti,

piccioni misteriosamente
scomparsi

(ne ho uno che si è salvato
ma non riesce a volare!),

pesci col dente avvelenato
alla bocca dei calici.

La pace gioca
sordamente alla guerra.

Anche i vicini si sono armati
e tuttavia per le scale
imbottiscono di buongiorno
i panini del mattino.

A chi appartiene la scintilla,
al pugnale o al sorriso?

Anch'io, pacifica,
qua dietro nascosta,
perduro nella guerra.

In questi tempi di pace,
c'è molta guerra in giro!

2 commenti:

Anonimo ha detto...

E' il blog più libero e bello di questa città! Grazie, Maila!!

Lucia Valori

Maila ha detto...

Grazie a te.

"Un nuovo palinsensto per gli Etruschi di Gonfienti": una anticipazione

Copio di seguito una anticipazione del Prof. Preti per la conferenza che terrà domenica 17 dicembre ( ore 16 con ingresso libero) al Teatro...