martedì 1 aprile 2014

Nella girandola delle elezioni (9): la lista del pesce d'aprile: Lista Liber@mente

Ecco dove andava a parare Giugni con i suoi continui attacchi alla sottoscritta e alla Luna! Organizzando una lista finta vera, temeva che si facesse altrettanto...Solo che la nostra è vera finta!

Con lui il giovine blogger Jonathan Targetti, che noi pensavamo schierato con il M5S, e che viene indicato come il prossimo assessore alla cultura e di cui si dà tutta una serie di credits.
La lista in questione avrebbe, come facemmo noi cinque anni fa, 10 punti programmatici, fra cui un Gonfienti virtuale! e bei discorsi su 'cemento zero' (anche Cenni ne parlava, però)...e punti interessanti, ben confezionati e attraenti (a cui non si può dire di no! oibò oibò!), come per noi le piste ciclabili;  ma anche alcuni punti che ci vedono contrari, come Sgarbi al Pecci, o ridondanti, come la creazione della cittadella giovanile a Officina Giovani (anche se effettivamente deve essere molto, ma molto migliorata rispetto a come funziona oggi)...una lista con molte molte carenze. Ma in 10 punti non puoi dire tutto, no?
Il candidato sindaco sarebbe lo stesso Vittorio Giugni.
Una lista-disturbo-effetto rosso matton verde che 'nasce' per dar filo da torcere al M5S e che si unirebbe al PD se riuscisse a portare a casa un po' di voti. Magari mi sbaglio, ma secondo me sarebbe anti-partitocratica solo sulla carta e solo funzionale allo status-quo, anche se naturalmente loro affermano il contrario. Conosciamo il gioco, quello per cui si accusa gli altri di essere 'finti'.
Intanto nasce nel giorno degli 'scherzi', nel giorno del "Pesce d'Aprile" o quasi (in realtà nasce il 31 marzo, ma insomma...): la simbologia è importante, no? Come a dire: è una lista vera, ma anche è uno scherzo, non preoccupatevi, amici...Vedremo. 
Tuttavia, ora il M5S ha una gattina da pelare in più. Se la lista è finta vera, naturalmente...e non vero finta...
Però qualcuno mi dovrebbe stringere la mano, perché anche questo avevo previsto (che avrebbe fatto il pescione d'aprile, la lista sì e forse no! Ma forse sì, e forse no...).

"Di fronte al dilagare dei partiti del regime partitocratico, delle liste civiche, dei finti oppositori di liste civiche e dei partiti abbiamo sentito forte l'esigenza che alle prossime elezioni amministrative fosse presente un'alternativa. Al regime partitocratico, alle finte liste civiche, ai finti movimenti antipartiti.
Così abbiamo deciso di scendere in campo con una lista civica-partitica antipartitocratica vera. Costruita proprio per questo. Affinchè i cittadini che lo vogliano possano esprimere anche nelle urne il loro rigetto della politica partitocratica e della politica di regime, di destra, centro e sinistra. Alternativi pure a quelli che si dichiarano oltre e fuori dai partiti. Ma che, in realtà, come abbiamo ben visto nei giorni scorsi, delle odiose oligarchie partitocratiche hanno assunto tutti i vizi. Dal personalismo all'assenza di trasparenza nelle decisioni.
Il 25 maggio sulla scheda elettorale per il Comune di Prato troverete la lista "Liber@Mente Prato" per cambiare musica e suonatori .
Il nostro candidato sindaco sarà Vittorio Giugni. Storico militante dei radicali pratesi. Fondatore dell'associazione "Liber@MentePrato" e di questo blog. 
Insieme a Giugni scenderà in campo come capolista e futuro assessore alla Cultura Jonathan Targetti, giovane personaggio emergente  e già popolarissimo del web pratese e non solo. Fondatore ed animatore del Blog "Il Bubbone". Creatore e conduttore de "Il Salotto del Bubbone" dal quale sono passati tutti i VIP cittadini, Jonathan è pure fondatore e presidente dell'associazione culturale "Warehouse" feconda "fattoria" di eventi, avvenimenti, interventi artistici.
Inoltre JT conduce da mesi un'apprezzata rubrica radiofonica su "RadioSpin" la web radio dell'Università pratese. 
Ringraziamo Targetti per la sua disponibilità. E per avere cortesemente detto di no ad altre proposte di candidatura che gli erano state offerte da partiti e liste civiche. In particolare JT ha rifiutato quella, pressante ed interessantissima,  che gli era pervenuta dagli amici del M5S pratese.
La Lista "Liber@Mente" sarà composta da 16 donne e da 16 uomini. Una perfetta parità di genere.
All'interno della Lista troveranno spazio molti dei protagonisti di alcune significative battaglie per la giustizia, per l'ambiente, per la parità tra i sessi ed oltre i sessi, per il progresso civile e democratico che Prato ha espresso in questi anni. Ex militanti  "Verdi" si uniranno a vecchi e nuovi compagni radicali. Ad esponenti dei comitati cittadini. Ad avvocati, professionisti, commercianti che hanno deciso di unire le forze e le loro singole esperienze per non portare il loro cervello all'ammasso del regime partitocratico ed antidemocratico italiano e pratese.
Punti programmatici principali della nostra Lista saranno:
1) Questione Urbanistica - Neppure un metro di terreno vergine dovrà essere cementificato;
2) Area Metropolitana -Prato si attiverà per richiedere l'istituzione dell'ente "Area Metropolitana" come previsto dal decreto Patroni Griffi del 2012 (accorpamento delle province di Firenze-Prato-Pistoia);
3) Uscita del Comune di Prato dalle aziende partecipate attraverso una vera privatizzazione;
4) Vendita delle quote del Comune di Prato della società "Interporto SpA";
5) Nomina di Vittorio Sgarbi quale Soprintendente al Polo Museale Pratese;
6) Creazione di una cittadella dell'arte e della cultura giovanile presso l'Officina Giovani agli ex Macelli;
7) Sistema innovativo di mobilità sostenibile con implementazione funzionale delle piste ciclabili cittadine da utilizzare per gli spostamenti casa-lavoro e casa-studio oltre che per motivi di ricreazione;
8) Unificazione in un unico edificio di tutti gli uffici comunali e degli assessorati;
9) Valorizzazione della città Etrusca di Gonfienti con la creazione in loco di un Museo Virtuale da far realizzare a Piero ed Alberto Angela alla stregua di quanto fatto a Palazzo Valentini (sede della Provincia) a Roma;
10)Prolungamento della tranvia fiorentina fino al Museo Pecci. " (Dal Blog Liber@mente).

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Secondo me non è affatto un pesce d'aprile.

S.L.

Anonimo ha detto...

Lappano, presidente dell'associazione Liber@mente, lo ha diffidato dall'usare il simbolo eccetera.
Una bufala o una baruffa?
Intanto si intorbidano le acque, ecco il gioco!

Anonimo ha detto...

E' proprio un massone!
Aldo

Anonimo ha detto...

Pesce o no, che importa?
Abbiamo scoperto, noi lo sapevamo ma ora lo sanno tutti, qual è l'erede del Giugni.

Stato Libero

Anonimo ha detto...

Gentile Maila, gentili tutti
volevo far notare che la Lista del Pesce d'Aprile è nata però il 31 marzo su Liber@mente, e quindi potrebbe essere un pezzetto di carne.
Saluti.

Franca

Maila ha detto...

Signora Franca, legga bene per favore, l'ho già scritto.

Anonimo ha detto...

Cara Maila, al solito il Giugni non ha capito nulla e ha scritto che tu avresti abboccato al suo pesce d'aprile!
Ah ah ah ah...
E' molto vanitoso.

"Un nuovo palinsensto per gli Etruschi di Gonfienti": una anticipazione

Copio di seguito una anticipazione del Prof. Preti per la conferenza che terrà domenica 17 dicembre ( ore 16 con ingresso libero) al Teatro...