mercoledì 6 agosto 2014

Altro che Gonfienti etrusca, potenziamento dell'Interporto

Copio e incollo dal sito del Comune di Prato. Mentre vi hanno appena raccontato la favoletta-contentino dell'ex-sindaco Mattei, secondo cui compreranno la città etrusca sul Bisenzio (insieme a quella per cui sarebbe stata appena stata ripulita, risettata, e forse presto riaperta al pubblico!), ecco la sostanza delle cose, ovvero l'ampliamento del fallimentare Interporto, sempre nella visione dello 'sviluppo' del Presidente Rossi; tutto questo non come sta scritto sotto,  ovviamente nel rispetto dell'area archeologica di Gonfienti, bensì per l'esatto contrario, affinché tutto vada di pari passo con dell'ampliamento dell'Aeroporto di Firenze e dell'invasione cementifera!, visione che i neo-eletti pratesi sposano a occhi chiusi.
Anzi, il contentino etrusco viene concesso per far meglio i propri comodi sul territorio.
Non c'era bisogno di andare a votare per vedere messo in scena un copione che ormai viene rappresentato soltanto da chi può garantire la continuità di questo stesso sistema di potere e affari.

"TrasportiRichiesto l'inserimento del finanziamento nel decreto Sblocca Italia

L'interporto di Prato al centro dell'incontro di stamani al Ministero delle Infrastrutture

Il potenziamento dell'Interporto della Toscana centrale è stato oggi al centro del tavolo tecnico tenutosi a Roma al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, a cui hanno partecipato il viceministro Riccardo Nencini, l'assessore ai Lavori pubblici Valerio Barberis e il direttore dell'Interporto Luciano Pannocchia, oltre a rappresentanti del Comune di Campi Bisenzio e della Regione. Tra le richieste avanzate i finanziamenti per l'incremento di un settore strategico come la logistica da inserire nel decreto "Sblocca Italia" del Governo, che tra le misure per ripartire prevede uno specifico capitolo appunto per gli interporti. Tutto questo ovviamente nel rispetto dell'area archeologica di Gonfienti, la cui valorizzazione, uno degli obiettivi principali dell'Amministrazione comunale, andrà di pari passo con quella dell'Interporto. "

1 commento:

Anonimo ha detto...

davvero c'è chi crede che questo maledetto interporto porti soldi e lavoro a Prato .Ma se ne è accorto qualcuno da quando(15anni fa ) è stato aperto!?
Ma basta ! Basta con queste menzogne che coprono maldestramente i dubbi affari di pochi .

Prato città cannibalizzata

Prato è una città che è stata cannibalizzata. Basta confrontare il suo centro storico con un'altra città toscana che non sia Firenze....