domenica 28 dicembre 2014

La musica fino alle due di notte

In città c'è chi chiede la musica fino alle due di notte, sono i giovani di Sinistra di Left Lab (tutto in inglese, s'intende).
I residenti vogliono dormire, ma che, non c'è modo, bisogna tenere 'viva e desta' la città! Altrimenti...muore!
Siccome il sindaco Biffoni crede anche lui d'essere di Sinistra risponde che sì, alcune volte al mese si può fare.


Dopo la filodiffusione natalizia per le vie del Centro, che ha causato varie reazioni e tutte negative, ecco che si continua con una distorta idea - e molto conforme - non solo della musica (così vilipesa, commerciale, trattata in modo davvero sinistro), ma anche di vivacità cittadina, in modo da appoggiare le associazioni e i gruppi  di area, di sostegno, Left! (Come disse l'assessore Mangani alla Baracca quando fu organizzata una sparuta assemblea sulla cultura dal Presidente Culturale Alberti? ah, ce ne fossero di associazioni così!...Ma quelle associazioni tanto lodate, tanto culturali  e musicali, non c'erano....), e così a loro, eh, gli si dice di sì. 

Però un sì che è anche un no. Però è un no che è anche un sì...Bisogna contemperare le esigenze...Svegli svegli tutta la notte, il centro deve vivere!

Ecco spiegato anche il motivo per cui il centro è sempre più disabitato, non c'è modo di dormire in pace!

Sì no; no sì...un giorno sì e uno no...('così non dispiacerò'), sì no, no sì, si può fare.
Biffoni, un sindaco molto vicino al Re Tentenna (Carlo Alberto di Savoia, do you know? Storia, questa sconosciuta), che non sa proprio dire di no...o di sì?


"Ciondola,
dondola,
Che cosa amena.
Dondola,
 ciondola,
È l'altalena;
Un po' più celere,
Meno... di più...
Ciondola, dondola
E su e giù..." (Domenico Carbone).



Nessun commento: