mercoledì 11 febbraio 2015

A Prato Confucio diventa Affarucio

Presto sembra che a Prato sarà siglato l'accordo per insegnare il cinese nella Scuola Media, una scuola, concordiamo con Pasolini ancora una volta, da abolire assolutamente per come è strutturata.

Non si capisce né si ha davvero a cuore lo studio delle lingue e si vuole far cantare in cinese i ragazzi alla Scuola Media, capisci, alla Scuola Media! (Come fanno già a Torino...o o...).

I politicanti locali dimostrano non solo una mostruosa superificialità linguistica, ma soprattutto, vogliono darcela a bere! Artefici ancora una volta, i nostri beneamini della Commissione 5, che contempla ahimè, l'argomento cultura, questa sconosciuta.

In realtà non si fa nulla per la cultura, nulla per l'integrazione vera, ma tutto e solo per gli affarucci.

I politicanti, che non sanno niente di Confucio, (al massimo qualche massima raggranellata all'ultimo momento balzando da Facebook a Wikipedia!) ma molto di economia e della materia "afarucio", o gli pseudoesperti 'improvvisastri' di turismo alter-nativo, eccoli trasformati magicamente in adoratori dell'Istituto Confucio (istituto cinese che, scopriamo, ha 200 sedi nel mondo, ma va!), facendo grande "confusio" culturale, con il solo fine di sviluppare non la cultura (intesa anche come, ahinoi, senso critico, quello proprio no!) dei ragazzi, quanto piuttosto di aumentare i commerci!
Oltre a far lievitare prevedibilmente i sentimenti ostili cittadini contro la comunità cinese!

Zero, zero in integrazione. Inqualificabili e demagoghi.
Massa di capre furbastre, andate a studiare Confucio!

http://iltirreno.gelocal.it/prato/cronaca/2015/02/10/news/il-cinese-seconda-lingua-alle-medie-1.10839060

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Leggo dall'articolo:

"Mariagrazia Ciambellotti e Daniela Toccafondi hanno visitato a metà dicembre l'università Tongji di Shanghai, una delle più vecchie e prestigiose in Cina. Della delegazione pratese hanno fatto parte anche le dirigenti scolastiche Gianna Celli, Giusi Cappellini e Maria Grazia Tempesti."

Ci piacerebbe sapere chi ha pagato il viaggio pre-natalizio a questa importante commissione culturale pratese in trasferta.

E di che natura sono gli affari tra il partito democratico pratese e toscano e il governo cinese.

Ma a Shangaaj non ha la casa anche un esponente importante di quel partito, certa Ambra Giorgi?

Ramazza Carlo

Maila ha detto...

Ben detto, Ramazza.

Anonimo ha detto...

Grande Maila.

SL

Anonimo ha detto...

E' un'ipotesi ancora lontana, ma non per questo meno mostruosa.

Sogno di una meteo-allerta-terrorizzata

Piove piove piove. Sono affaticata. Sono alla guida. Sulle strade la segnaletica è assente. Si vede solo asfalto nero. Che brilla brilla...