martedì 5 maggio 2015

No Sgarbi, ma sì Philippe Daverio a Prato

Cercando di fare un po' di numeri culturali a Prato, si invitano nomi di palcoscenici televisivi. Ora, dato che Vittorio Sgarbi era stato invitato dalla precedente amministrazione e quindi non andava bene, ne hanno trovato un altro, più calzante e 'nuovo': Philippe Daverio - , ex assessore alla cultura nei tempi della Lega a Milano, che confuse un po' la storia dicendo che lo sfruttamento industriale minerario a Piombino era cosa messa là dal 'Mascellone', dimenticando forse che davanti si trova l'Elba, isola che prima ancora di essere 'la California' e turistica, è stata da tempi immemori fonte di estrazione mineraria, di ferro, da cui la Via del Ferro, - il professore, (uno dei non molti casi di professori ordinari non laureati), viene a Prato a tenere una conferenza sul Pretorio e la sua collezione.
Voci in città raccontano che il noto critico sarà addirittura pagato in anticipo. Saranno i soliti malevoli, perché sarebbe come raccontar di miracoli.

Nessun commento:

Parma aveva bisogno di diventare capitale della cultura?

Parma sarà la Capitale della Cultura 2020. Ma questa città aveva proprio bisogno di essere incoronata? Ci sono altre città che forse avre...