martedì 2 giugno 2015

L'empatia del candidato

Elezioni regionali: a parte quelli sponsorizzati dai partiti, quelli del potere forte e radicato e clientelare, dove passano anche le capre come abbiamo appena finito di vedere, personaggi inqualificabili, in 'basso' raccolgono tanti voti, ancora una volta, i candidati che creano empatia.  Che hanno qualcosa da comunicare, e lo sanno fare. Che superano le antipatie, le vecchie ruggini, l'ostilità. I pregiudizi.
Non presuntuosi. Non fanatici. Non 'terroristici'. Insomma, che si 'aprono' all'altro e non hanno paura.

Pensare che si raccolga i voti soltanto sulla base del 'bel programma',  del tipo aeroporto sì versus aeroporto no, è da imbecilli.

Nessun commento:

Il teatro guitto di Firenze

Proprio non ce la fa a non essere guitto. A non essere un po'...? tanto grossolano. Bravo certamente, ma guitto. E con la tendenza a ...