lunedì 31 agosto 2015

Spettacolo della città del 30 agosto, commenti

Dunque è finito questo tour estivo de "Lo spettacolo della città". In questa ultima replica abbiamo ripetuto il giro con cui avevamo debuttato a marzo.
Oggi era presente anche l'Assessore alla Cultura del Comune di Prato, Simone Mangani.

Tutti positivi i commenti del pubblico, in questa ultima replica più garrulo e partecipante del solito.
Anche questa partecipazione fa parte dello spettacolo, dato che il pubblico non si trova al buio, e può addirittura interagire.

La prossima tappa de "Lo spettacolo della città" sarà Prato-Valbisenzio, nella primavera 2016. Ma di questa parlerò più in dettaglio nella presentazione della prossima stagione teatrale della Baracca, a breve.

"Esperienza bella e coinvolgente, da ripetere".  (S.Vannini).
"Siete meravigliosi, complimenti! E' stata una bellissima esperienza. Grazie di cuore". (M.Fortino).
"Strepitosi."  (E. Corrado).
"Bravissimi. Vero teatro di resistenza". E.Campolmi.
"Grazie per il bello spettacolo. Mi avete fatto sentire  il polso della città: certi luoghi ora li vedrò con altri occhi". (A.Firker).
"Lo spettacolo mi ha mostrato e raccontato molte cose interessanti sulla città di Prato".
"Una bella vacanza". E.Bettazzi.
"Una serata veramente particolare, molto bravi." (S.Querci).
"Tutto bello, tutto bello, tutto bello." (P...?).
"Grazie ancora per farci rivivere, per farci sognare e ricordare". (M.Biliotti).
"Grazie, un grande spettacolo che ci ha veramente fatto riflettere" (F.Scarrone).
"L'idea dello spettacolo viaggiante è meravigliosa. Bravi!" (N.Tesi)
"Nuovi bellissimi colori. Bravissimi e grazie di questo viaggio!" (Arianna)
"Fantastika Barakka" (Federico).
"Grazie! Bellissimo viaggio nella città e nella storia". (Lucia)
"Che bei compagni di viaggio. Grazie" (?)
"Vorrei ringraziarVi per lo spettacolo di domenica 30 agosto; riuscite a rendere facili le cose più difficili e a rendere speciale una domenica come tante, siete fa-vo-lo-si. Peccato per il disturbatore della giornata, ogni tanto si trova delle persone che vorrebbero fare, loro, lo spettacolo". (A. Aterini).



Nessun commento: