venerdì 18 settembre 2015

L'Elba e i suoi beni culturali

Ricevo dall'Associazione Ilva-Isola d'Elba il materiale relativo al prossimo convegno "L'Elba e i suoi beni culturali".


I Beni Culturali dell’Elba passati ai raggi x in un Convegno NAZIONALE il 16 e il 17 ottobre a Marciana Marina.

Fra un mese circa l’Elba ospiterà un convegno di grande interesse, che si terrà nell’auditorium di viale Vadi a Marciana Marina.
Il titolo è “L’Elba e i suoi ben culturali: anatomia di un patrimonio da proteggere, conservare, valorizzare”. Saranno due (il 16 e il 17 ottobre) le giornate dedicate all’archeologia, alla storia, all’arte, all’architettura e al paesaggio di un territorio ancora in gran parte da scoprire e da salvaguardare con maggiore attenzione.
Organizzato dal Comune di Marciana Marina con la diretta promozione dall’Associazione “Ilva-Isola d’Elba/Via Etrusca del Ferro”, il convegno vedrà la partecipazionedi prestigiose istituzioni scientifiche (Dipartimento di Scienze della Terra e Dipartimento di Architettura), con il diretto patrocinio dell’Università degli Studi di Firenze, del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, del CAI -Comitato Scientifico Nazionale, dell’Ordine degli Architetti PPC di Livorno) e la collaborazione di associazioni elbane (La Torre di Marina di Campo, Amici di Montecristo) che da tempo si dedicano agli studi sull’Elba e sull’Arcipelago toscano.Hanno dato la loro adesione anche la Fondazione “Isola d’Elba” che sarà presente con alcuni personaggi che fanno parte delle sue commissioni, l’Associazione Architetti elbani e, dalla Campania parteciperà l’Associazione dei Pensieri Scomposti di Salerno e sarà presente anche una delegazione del Comune di Vietri sul Mare con il quale è stato attivato un gemellaggio culturale con Marciana Marina, attraverso un protocollo d’intesa, con lo scopo di approfondire importanti ricerche su una delle più importanti vie antiche del ferro elbano che coinvolgerà anche la citata associazione salernitana e studiosi campani.
Il programma dettagliato, coordinato dal prof. Giuseppe Centauro e dal prof. Michelangelo Zecchini, sarà comunicato nei prossimi giorni, ma intanto trapelano già alcuni nomi di importanti relatori. Per il momento due esempi: il prof. Francesco Mallegni, già titolare della cattedra di antropologia presso l’Università di Pisa, passando in rassegna le più remote frequentazioni umane dell’Elba, non mancherà di accennare anche alla recente e straordinaria scoperta sudafricana del cosiddetto Homo Naledi; il prof. Carlo Alberto Garzonio, ordinario di geologia applicata presso l’Ateneo fiorentino, parlerà delle sue originali indagini sul versante settentrionale del Monte Capanne. 

Nessun commento:

"Un nuovo palinsensto per gli Etruschi di Gonfienti": una anticipazione

Copio di seguito una anticipazione del Prof. Preti per la conferenza che terrà domenica 17 dicembre ( ore 16 con ingresso libero) al Teatro...