mercoledì 16 settembre 2015

PRATO, VERGOGNA ETRUSCA

Copio un "urticolo" di oggi de La Nazione, che si somma alle infinite 'vergogne etrusche' di questa città dove vivo, Prato: "Interporto, nuova ciclabile e capannoni. Uno sarà destinato ai reperti etruschi". Insomma, altra cementificazione (con verde 'finto' per camuffare l'orrore e con contentino 'ciclabile' più deposito per gli scavi, D E P O S I T O!).  Altro che valorizzazione del sito etrusco, ci sono solo le 'prospettive interessanti' per l'interporto!
Ricordino: gli scavi sono fermi e così resteranno. Intanto la Regione non compra l'area archeologica - vi ricordate? doveva comprare! -  è tutto fermo, insieme all'ampliamento dell'Aeroporto di Firenze e Interporto. 

Sarà questo il Parco della Piana, i capannoni con i tetti di colore verde?







Nessun commento:

Il mondo del lavoro (3): il corriere

Ormai il giardino della Baracca, il pereto, è il luogo preferito dai corrieri di varie ditte per buttarci tutto quello che rimane loro dall...