lunedì 11 gennaio 2016

Il Teatro Niccolini riapre ma...

A Firenze riapre il Teatro Niccolini, e siamo davvero tutti contenti.

Però. C'è un però.


Se non cambia il sistema della distribuzione degli spettacoli; se non cambia il criterio delle scelte; se non cambia il sistema di potere e della gestione della benedetta cultura, forse la riapertura di un teatro è solo un bell'evento, una vetrina in più della città. Punto.

Sarebbe un po' diverso se il teatro venisse gestito da un gruppo indipendente; o se esistesse un circuito un pochino più 'sano'; se non venisse conglobato nel grande calderone, che ne so, dei circuiti pompati dai partiti (cfr. la Fondazione Toscana Spettacolo), che utilizzano il teatro solo strumentalmente a sé stessi o come paggi di partito. Questo gran arazzo della cultura cortigiana ammazza la cultura,  gli spettacoli e le compagnie calano dall'alto e fan disastri, come un masso che rovina a valle.


Nessun commento:

Parma aveva bisogno di diventare capitale della cultura?

Parma sarà la Capitale della Cultura 2020. Ma questa città aveva proprio bisogno di essere incoronata? Ci sono altre città che forse avre...