mercoledì 3 febbraio 2016

"LA FAMIGLIA CENTO" AL TEATRO LA BARACCA

Sabato 6 febbraio, ore 21, il Teatro La Baracca ospita con molto piacere La famiglia Cento (Le sbacchettate)  di e con Maura Salvi e con Elena Cianchi  dell'Associazione La Bottega delle Maschere di Agliana.

"Presentazione:
L'antica famiglia Cento, ha lontane origini in Toscana, "Centino" uno di loro, tantissimi anni fa salvò una regina da un grave pericolo di morte. Per riconoscenza ricevette il dono di lunga vita. Da allora i Cento si rigenerano, si riattivano, non muoiono mai, scrivono la loro storia su un quaderno e desiderano che venga letta, poiché affermano: “chi non ricorda da dove viene non sa neanche dove va.” In un insolito percorso della mia vita mi sono soffermata a riflettere sulla storia della mia famiglia. Nel tempo queste persone hanno  dimostrato di possedere tante energie, hanno affrontato con forza e  determinazione, non senza dolore, guerre, ingiustizie, malattie. Tutte cose comunque “affrontabili”, con unità e collaborazione, ma con l’aggiunta di un grande entusiasmo e un grande amore per la vita. Da questa riflessione nasce il racconto della Famiglia Cento, racconto fantastico per famiglie o per adulti che vogliono ancora sognare. Un racconto un po’ elaborato dalla fantasia, con una spolveratina di magia, ma vuole rappresentare, con ironia, il dolore di rendersi conto che se non parli un “linguaggio di tendenza” lo“sbacchettamento” può avvenire, ma se ci accompagna l’amore per la vita, per la natura, per la poesia, se con un pizzico di fantasia e di stupore facciamo diventare magica una giornata grigia, allora siamo dei Cento e non moriremo mai! Naturalmente ci 
accompagna anche un pizzico di inconsapevolezza,quella magica e stupenda inconsapevolezza che aiuta molto ad affrontare meglio la vita! 

La Bottega delle Maschere  - Storia 

L’associazione Culturale la Bottega delle Maschere nasce ad Agliana nel 1990 come gruppo di teatro amatoriale e si costituisce in associazione culturale nel  1994. La contraddistingue la volontà di perseguire nel ruolo istituzionale che dovrebbe essere tipico dell’amatoriale, cioè colui che ama il teatro e lo diffonde portandolo dove non arrivano le primarie compagnie dello spettacolo. 

Il gruppo intraprende un’attività di “teatro popolare” per incontrare e avvicinare al teatro persone di qualsiasi età ed estrazione sociale e culturale. Gli spettacoli nascono dal dialogo con la gente del luogo e dal frequentare con attenzione e spirito critico i bar, i parchi, gli ambulatori medici, ecc. Successivamente i lavori proposti sono di impegno sociale e civile. Da sempre ha caratterizzato la Bottega l’interesse per il territorio e l’incontro con altri gruppi, al fine, con attività di diffusione del teatro, di creare scambi artistici e culturali. Il progetto “Oltre il Sipario” ha portato ad Agliana artisti di genere vario, amatoriali e professionisti, anche da fuori Toscana, formazione per attori e incontri dibattito con il pubblico per stimolare la critica negli spettatori. La Bottega delle Maschere porta avanti l’attività esclusivamente con volontari,  autogestita e autofinanziata da 25 anni. 

L’incontro con il Teatro La Baracca è avvenuto da spettatori nell’omonimo spazio  e proseguito con l’invito della “Bottega”  al Teatro la Baracca a rappresentare ad Agliana i propri spettacoli e corsi di recitazione tenuti da Maila Ermini rivolti ai componenti della “Bottega”. Nel tempo la stima per il lavoro svolto dal Teatro la Baracca è cresciuta e si è alimentata.  La nostra partecipazione a questa stagione con lo spettacolo La famiglia Cento vuole essere di pura riconoscenza a Maila Ermini e Gianfelice D’Accolti per il lavoro di alta professionalità, condotto con tenacia in questi anni nella città di Prato." (Maura Salvi)

Nessun commento: