martedì 14 giugno 2016

Prato: la cultura del giovanilismo diffuso e della dimenticanza

Rispetto alla passata amministrazione, quella di Centro-Destra, cosa è cambiato nella politica culturale della città di Prato?

Direi che la differenza maggiore si osserva nel 'giovanilismo diffuso', ovvero nel dare una (apparente) importanza alle associazioni giovanili del territorio.
Se nel periodo precedente poca o nulla attenzione si prestava alle associazioni giovanili e a Officina Giovani per esempio, ora avviene l'opposto e i comunicati stampa dell'assessorato alla cultura e i giornali lo evidenziano ogni giorno con articoli e programmi di manifestazioni.
Ciò genera una notevole confusione e, alla fine, produce lo stesso risultato che si otteneva nell' 'era Cenni': nessun gruppo emerge né caratterizza o lascia traccia culturale a livello cittadino. Magari la colpa non è tutta da attribuire alla politica culturale.

Non esistendo più quartieri e circoscrizioni in città, il decentramento culturale è passato ai circoli, in particolare quelli ARCI, con finalità che non sono propriamente culturali, bensì strumentali al consenso politico sul territorio. Di questo ho scritto recentemente.

Scarsa attenzione per la memoria, per la storia cittadina, come in questi giorni si osserva proprio in ciò che lo dovrebbe smentire: la mostra "L'ombra degli Etruschi" che della città etrusca non mostra praticamente nulla.
Ma, venendo a una storia più vicina: non si sente più parlare di Malaparte né di altri scrittori (Sem Benelli, ve lo ricordate?); non parliamo poi del pittore Leonetto Tintori (come sta Vainella?), o dello sceneggiatore Piero de Bernardi che, col fiorentino Leo Benvenuti, ha scritto tutta la commedia cinematografica italiana. Eccetera eccetera.


("Giovanna", di Gillo Pontecorvo, girato a Prato presso il lanificio Berti, detto 'La Romita', che oggi non esiste più).



Intervista a Piero de Bernardi

Nessun commento:

Il mondo del lavoro (3): il corriere

Ormai il giardino della Baracca, il pereto, è il luogo preferito dai corrieri di varie ditte per buttarci tutto quello che rimane loro dall...