venerdì 1 luglio 2016

La Cina è lontana



I cinesi hanno manifestato a Sesto Fiorentino perché i controlli dell'Asl nei loro capannoni sarebbero troppo pressanti.

Ricordo che  nessun cinese ha visto Le tre vite del ragazzo di Tien An Men lo scorso ottobre al Teatro La Baracca.

Che davanti alle locandine dello spettacolo i cinesi sono letteralmente scappati o hanno fatto  finta di non vedere.

Una donna cinese, che ha chiesto l'anonimato,  ha rivelato che nessun suo connazionale sarebbe potuto venire, ché in Cina l'argomento è tabu.

Che la mafia cinese l'avrebbe punito, e i familiari, in Cina, avrebbero potuto subire ripercussioni.

Che sono totalmente controllati.

Sono liberi solo di protestare in certo modo,  come abbiamo visto, ma non per ottenere più libertà nel loro paese, per esempio. Tantomeno sono liberi di venire a vedere come trattano la loro storia, o di occuparsene.

I politici italiani, piccoli e grandi, sono immobilizzati e preferiscono tacere per non compromettere gli interessi economici e i commerci, oltre che la loro carrierina.

 Nessun dice che in Cina c'è la dittatura e tutti sembrano aver dimenticato la questione del Tibet.

Eccetera.

http://primaveradiprato.blogspot.it/2015/10/il-teatro-libero-fa-paura-le-tre-vite.html


2 commenti:

Anonimo ha detto...

Comunque e'paradossale che i controlli cui ci si riferisce (che NON riguardano l'evasione sistematica,il nero che i cinesi usano sistematicamente,ma solo pochi dettagli sulla messa a norma di estintori e impianti elettrici) vengano mal digeriti da questi signori. Siamo al paradosso. Non pagano la tassa sui rifiuti,anzi li fanno smaltire illegalmente da altri stranieri,sfruttano la manodopera per18-20ore al giorno...e molto ancora...e hanno la faccia di lamentarsi se questi blandi controlli li"pressano"?
Siamo nel mondo alla rovescia. Purtroppo tra politici compiacenti e gonfi di retorica di"integrazione" e italiani senza scrupoli che per il dio quattrino si affittano capannoni a nero questa e'la realta'attuale. Ormai fuori controllo,alla faccia dei proclami di Faggi che oggi dice"non fate le vittime'ai cinesi...patetico.

Anonimo ha detto...

Non si sarebbero mossi se non fossero stati spalleggiati.

La memoria ha un piccolo teatro

Ho ritrovato le fotografie di quando, mio padre e io, iniziammo a trasformare La Baracca in un piccolo teatro. Le fotografie del cantiere. ...