mercoledì 24 agosto 2016

Terremoto

Stanotte impossibile dormire ai piani alti.
Si ondeggiava.
Ma già ieri sera, dopo le dieci io stavo lavorando a casa, ho percepito chiaramente alcune deboli scosse di terremoto. Insomma, si è fatto sentire prima già a diversi chilometri di distanza dall'epicentro di Accumoli-Amatrice (Rieti).
La domanda è: se ieri sera l'ho sentito io da così distante e mi sono preoccupata, nei centri di monitoraggio sismico dormivano?
All'Aquila è accaduto.
Inutile che il bel Mentana, Sua Altezza Televisiva, ci dica di evitare le polemiche e di usare i social solo per comunicare, che già lo si fa, o di dare una mano. Ma va!
L'Italia è un paese a rischio sismico o no? E non è stato fatto nulla, praticamente, in questi ultimi anni per prevenire questi disastri.

P.S. Questa è l'occasione buona, per i politici eletti a livello regionale e nazionale, di donare un po' dei loro soldi alla popolazione colpita.


Qualche ora dopo è stato confermato dai sismologi che non c'è stato nessun sciame sismico prima del terremoto. Altri hanno parlato di un radon anomalo...Insomma, la situazione sarebbe ben diversa da L'Aquila.

I sismologi sono tranquilli, gli scienziati soddisfatti.

Tutti gli altri, però, no. 

1 commento:

Anonimo ha detto...

Per Giampaolo Giuliani hai sentito bene, c'è stato uno sciame sismico prima del terremoto delle 3 di notte.

http://terremotieprecursori.altervista.org/giampaolo-giuliani-dopo-una-leggera-flessionenuovo-aumento-dei-livelli-di-gas-radon-ci-attendiamo-nuovi-eventi/

Morire da turista

Sono morto da turista. Un privilegio per pochi. Nemmeno me ne sono reso conto. Ero lontano dalla mia città, Barcellona, che in questi gio...