sabato 15 aprile 2017

Biffoni corre la Maratonina di Prato

Ho letto che il sindaco di Prato correrà la Maratonina di Prato, e credo per innescare in qualche modo, con molto ritardo, un 'dialogo simpatico' con i propri cittadini, e anche con quei sostenitori che un tempo lo hanno aiutato a salire a palazzo, e che ora, visto il calo dei consensi, lo abbandonano.

Perché il sistema sia sempre lo stesso, c'è evidente bisogno di cambiare i suoi presunti protagonisti. E quindi bisogna sostenere altri, se i precedenti non funzionano, o per un motivo o per un altro.

Personalmente sono un po' stanca di commentare gli atti e non atti di questa giunta, in questo blog sono ritracciabili tanti commenti in tal senso (1), e direi che può, quasi, bastare così.

Aspetto, ma nemmeno aspetto, il passaggio di questi due anni, e in realtà sono meno, per vedere lo sfilarsi di altri 'inutili' protagonisti della commedia pseudo-politica di questa città, peraltro simile a quella di altre (vedi Pistoia, la 'S-capitale della Cultura'), che non porteranno alcun cambiamento o poco in senso vero, perché appunto chi accede alla sfida politica deve essere 'certificato' e protetto dai potenti del sistema, oltreché ricattabile, e quindi deve essere disposto a lasciare le cose come stanno, con pochi ininfluenti varianti.

Il fatto che Biffoni si faccia il suo bagno di folla pasquale, quasi un sacrificio 'agnellare', potrebbe far pensare a un cambio di tendenza rispetto alla pratica politica che si sta profilando, quella della democrazia-terroristica diretta internettiana, e che già in atto, e che il M5S sta portando avanti e realizzerà probabilmente, ovvero la politica del mi piace con il clic, per cui scegliere un candidato o votare per una legge sarà come scegliere un prodotto commerciale.
In realtà non c'è cambio di tendenza, ma si tratta di un estremo tentativo di recuperare consenso tramite la pratica ingannevole dei sistemi antichi (quelli del 'politico che parlerà' alla - defunta - Festa dell'Unità).


(1) Sono davvero tanti, questi articoli sulla giunta e il sindaco, e partono già dal 2014, e ne cito solo alcuni:

http://primaveradiprato.blogspot.it/2014/07/lesercito-del-surf-della-giunta-biffoni.html

http://primaveradiprato.blogspot.it/2015/12/prato-citta-di-carta.html

http://primaveradiprato.blogspot.it/2015/08/la-politica-dellannuncio.html

http://primaveradiprato.blogspot.it/2016/11/perche-il-sindaco-di-prato-biffoni.html

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Biffoni può correre tutte le maratonine che vuole , accoppiato col suo "capoccia" Renzi che è stato chiamato per una "ospitata - tira consenso" (evidentemente i consensi a picco iniziano davvero a preoccupare i tronfi, miopi dirigenti del PD locale ).
Ma non si può chiedere a chi è tondo di morire quadrato: lo sfacelo di Prato non si cancella nè con queste pagliacciate nè col Settembre pratese (guardare la gestione della vicenda Palla Grossa per credere ). La classe dirigente attualmente in comune è incapace, balbettante su temi fondamentali ma allo stesso tempo arrogante e sfrontata nella sua certezza di non poter perdere le elezioni comunque vada, nulla potrà cambiare la situazione di Prato. Solo NON votando per tradizione o partito preso si può sperare di vedere in Comune gente che vuole davvero il bene di Prato, e non solo il sedere sulla poltrona per spartire il potere , dopo aver abbindolato i soliti gonzi ( o complici) con frasi a effetto e spocchia da bar ( "Un'altra storia"....no comment ).
Chi per vantaggi clientelari e maneggi pochi limpidi ha buon gioco dal fatto che il PD governi la città, continuerà a votarlo nonostante lo schifo vero che stanno combinando da quasi 4 anni a questa parte. I MOLTI ( perchè stanno aumentando ogni mese di più ) che sono disgustati dalla gestione dilettantistica e presuntuosa di questo gruppetto di avvocati con tanta boria ma pochissima preparazione spero nel 2019 vadano a votare e non si limitino a lamentarsi su internet. Altrimenti saranno complici di questa banda di dilettanti servi di Rossi e di Renzi.

Anonimo ha detto...

Sentito personalmente il pomeriggio prima della maratonina di Prato da una signora all'altra col bambino in carrozzella: Biffoni? Ah, se lo vuoi vedere, devi venire domani alla maratonina.

Sogno di una meteo-allerta-terrorizzata

Piove piove piove. Sono affaticata. Sono alla guida. Sulle strade la segnaletica è assente. Si vede solo asfalto nero. Che brilla brilla...