venerdì 5 maggio 2017

Fine stagione

Mi ha sempre fatto sorridere parlare, in teatro, di 'stagione'. Ma niente di più adatto per il teatro, arte sfuggente di una sera. Meno male che dal passato abbiamo i testi, e per il futuro anche le immagini. Qualcosa di più resterà?
Domani dunque si presenta l'ultimo spettacolo previsto alla Baracca, ma in realtà cambiato; era prevista solo la data. Oltre alla replica di domani, ci stiamo organizzando per presentare a breve una (libera) serata di poesia, per far conoscere le poesie di Cassiano Centauro.
Dello spettacolo di domani molto è scritto in questo articolo di Piera Salvi, che la Nazione ci dedica. Piera ha visto Stupida, una vita in trappola,  e una volta tanto non si scrive a sproposito, giudicando senza aver visto nulla.


Nessun commento: