mercoledì 21 giugno 2017

Nella rivendita degli artisti

-Prego signora, signore, che vuole?

Io cerco artisti alla moda
Artisti che mi faccian la broda.

-Ah sì, certamente!
Guardi la sfilza di gente
Che abbiamo apposta per Lei!

L’artista lo voglio ruffiano
Mite umìle alla mano.

-E questi son tutti così…

Ah, sì? Lo voglio per metterlo là
Dove mi piace che sta.

-Qui stanno tutti così
in tempo di crisi, sì sì.

Ecco io voglio l’artista
fedele, amico parente…
sicuro sicuro, sennò niente.

Lo voglio si può? di partito
Magari lindino e amico.

Oppure sia controcorrente
Ma senza fastidi, per niente.

-Un controcorrente garbato
polemico misurato?

Sì, ma non troppo…

-Può essere a volte drogato,
maledetto ma tenuto?

Ma sì, se è una cosa decente,
può andare certo un...protestante.
Mi serve anche il ceralaccato
Per le vetrine di qua di là
Della regione e chissà.

-Per caso…deve essere messo
Sul palco e premiato?

Eh, sì. Per le tante varietà
di feste e teatri in città.

-Abbiamo sì, la …fa per Lei,
e minore e maggiore, direi.

E sempre si possa concludere
battendo le mani e ridere.

-E questo prodigio le va?
Non dice un ma fuori posto.
E quello poi là,
è tanto tanto bravino;
e questa, sì, graffia un pochino,
ma basta chiamarla,
e si lima...la ciarla.

Son certificati, andrà?

-Ma sì...

       ...E il costo?

-Non costan poi molto
E poi lo vedrà, saran miti ...
Che faccio, il pacco lo avvolgo?
Li prende così, o spediti?



Nessun commento: