mercoledì 13 dicembre 2017

Il mondo del lavoro (1) : Babbo Natale

Buongiorno.
Finalmente ho trovato lavoro. Da oggi fino alla fine dell'anno.
Mi hanno assunto come Babbo Natale e mi trovo davanti al centro commerciale. Ho preferito essere Babbo Natale piuttosto che renna o elfo.
Comunque come elfo non sarei stato adatto.
Mi hanno dato il kit di Babbo Natale: un bel vestito rosso, una barbona e capelloni bianchi, un pancione, una slittona e un sacchetto rosso con regali finti, un campanello. Domani dovrebbe essere assunta anche la renna e, se trovano qualcuno, appunto anche un elfo.
Ma per l'elfo ci vuole un uomo piccolo. I ragazzi, ha detto il capo struttura, purtroppo non possono essere assunti, nemmeno part-time.
Per ora non c'è molta gente. Mi hanno detto che dopo le quattro e mezza del pomeriggio, quando chiudono le scuole, arrivano anche i bambini e io dovrò lasciarmi fotografare con molta pazienza.
Mi hanno fatto imparare a memoria tre o quattro frasi di rito da dire all'occasione.

Ho preferito venire qui piuttosto che andare a fare Babbo Natale ai mercatini di Merano, dove ti tocca stare sempre al freddo, dalla mattina alla sera, anzi la notte.
Un mio amico c'è stato per due anni, e doveva parlare sempre in tedesco.  Ma Babbo Natale è tedesco? Per gli altoatesini sì.
Certo quelli si sa, pagano molto di più.
Però qui sono al coperto e vicino casa.
Non si sa se dovrò lavorare anche per Natale, c'è chi dice che il centro commerciale sarà chiuso, e c'è chi dice il contrario. Ma sono disposto a tutto; tra l'altro il festivo lo pagano un euro in più l'ora.

Ho dato la mia disponibilità anche per fare la Befana, che dovrebbe sostituire Babbo Natale dal 1 gennaio. Vediamo se mi accettano. So che ci sono tante offerte, però magari riesco a convincere il capo-struttura.
Vi farò sapere.

Nessun commento:

I gilet gialli non hanno nessun capopolo che li porta in piazza

Il popolo francese non si fa rubare la protesta da nessun capopopolo. In Italia ce la facciamo prendere da tutti. Ora uno, ora l'al...