mercoledì 28 febbraio 2018

Votate all'incontrario

Dite la verità, non sapete chi cosa perché votare a queste prossime elezioni del 4 marzo. Non c'è un partito che vi piaccia. Non c'è nessuno che vi convinca. E quindi state pensando di non andare a votare.
Purtroppo non danno la possibilità, al Partito dell'Astensione di essere rappresentato in Parlamento. Non danno la possibilità di mostrare, rivelare il vostro dissenso.
Come sarebbe bello, pensate, se in Parlamento ci fossero scranni vuoti a rappresentanza dei politici che non ci sono, a dimostrazione che molte persone non hanno alcun politico che li rappresenti.
Vedere scranni vuoti, accanto ai paffuti parlamentari eletti, sarebbe davvero una bella lezione per tutti!...
Allora il Partito  dell'Astensione sarebbe ben visibile e tutti andrebbero a votare o no con convinzione perché ci sarebbe almeno una parvenza di vera democrazia.
Ma non è così.  Il Partito dell'Astensione non si concretizza in scranni vuoti in Parlamento, che vanno tutti riempiti!...Perché? Ve lo spiego un'altra volta.
Intanto io vi do un'idea, un'idea che può sembrare assurda ma chissà... Votate all'incontrario.
Ossia, votate il partito che meno vi piace. Così il vostro voto può avere un senso vero, e non fittizio come credete che abbia adesso.
Infatti, volete far fuori un partito, un leader? Votatelo. Dategli la possibilità di governare! 

Ce l'avete con il M5S, con Giggino che va a Londra, nella City a sentir gridare 'onestà onestà'? Votatelo.

Ce l'avete con Berlusconi perché dura troppo come la plastica? Votatelo. (Ma come, l'avevano votato, ed è tornato...?  Eh, ma quando serve, serve...E poi lui per ora può governare solo per interposta persona...)

Ce l'avete con mago Renzi perché ha distrutto e sminuzzato la Sinistra con le arti del Giglio? Votatelo. (Ma difficilmente vincerà, troppo fresco è il ricordo del suo governo, non torna a Palazzo Chigi, casomai tocca a Gentiloni.).

Ce l'avete con la Lega salvina perché diventata un partito di Destra e non più federalista? Votatela.

Eccetera. Insomma, avete capito come fare. Come nelle aziende: quando si vuole far fuori uno, lo si promuove.

Nessun commento:

Monologo del vampiro, un dittico

Ho cambiato la locandina del Monologo del vampiro per due motivi: primo perché qualcuno, vedendo la precedente, non dormiva la notte; ...