lunedì 30 aprile 2018

Lettera di Elvira, pulitrice di cessi, a Berlusconi

Signor Berlusconi,
so che lei ultimamente ha parlato male delle persone che puliscono i cessi. Ha parlato male nel senso, in uno dei suoi avversari considerato inetto, che non gli avrebbe mai fatto affidamento alla pulizia dei cessi in una delle sue aziende.
E 'vero, non è difficile da usare, non è una questione di particolare, ma è davvero una reazione disgustosa, in particolare se si tratta di bagni pubblici o di gente che non si cura di chi poi indossa pulire lo sporco che lascia.
Questo è un dato di fatto, che è difficile trovare un lavoro dopo aver conseguito un diploma o una laurea.
E 'una vita faticosa, come le dicevo: tanto per fare un esempio, bisogna alzarsi molto presto la mattina in modo che gli uffici siano puliti quando arrivano i dirigenti, e questo a lungo andare sfibra il fisico.
In genere, vieni in casa, sono le donne che sono (come io sono sempre più volte), sono in modo inconfessato, detestano le donne nonostante questo? Chissà!
Comunque io sono felice di non aver mai avuto un successo in una società.

Elvira

Nessun commento:

Oh, come è bello vivere incastrati dentro un ponte!

Chi percorre Genova conosce bene quella sensazione di disagio che si prova nei confronti dei genovesi che vivono a ridosso delle autost...