venerdì 13 luglio 2018

Ciao, vitalizi, ma non basta

Bene il taglio dei vitalizi! Un passo importante verso la redistribuzione della ricchezza, e quindi, comunque sia, un'azione di Sinistra. Nonostante l'intellettuale di corte, liberal Sgarbi ieri si sbracciasse contro, indicandoli come un esempio di incultura politica, e piangesse, astuto, per il taglio ai vitalizi a politici come la comunista (la comunista!) Luciana Castellina...
Al solito scenografando il suo mini-spettacolino di asinelli e caprette, quelli sì che si possono distribuire al popolo, e  senza dire una parola, al solito, di come funziona il sistemino! Era evidentemente impaurito.

Ora aspettiamo anche un cambiamento del sistema nepotistico, clan-familistico, mafioso, che vige nelle assegnazione delle cariche: via le autoreferenzialità, gli amici e amiche di letto, più spesso di partito, inseriti qua e là, anche senza concorso,  e soprattutto senza merito, solo perché portano voti o contribuiscono alla solidificazione di certo potere, al dominio.

Un sistema che ha bloccato la società civile, il lavoro, la sua pluralità, il suo dinamismo.  

Un sistema asfissiante, che ci ha impoverito e umiliato profondamente, da cui siamo stati, e siamo ancora tenuti in scacco.


Nessun commento:

I gilet gialli non hanno nessun capopolo che li porta in piazza

Il popolo francese non si fa rubare la protesta da nessun capopopolo. In Italia ce la facciamo prendere da tutti. Ora uno, ora l'al...