domenica 9 luglio 2017

A Poggio Castiglioni, 9 anni dopo il debutto del Laris Pulenas, abbandono totale

L'8 luglio del 2008 debuttammo con Laris Pulenas a Poggio Castiglioni per sensibilizzare sulla cosiddetta 'città etrusca di Gonfienti', la grande, incredibile scoperta archeologica di Prato del 1999, che giace ormai definitivamente sepolta dall'Interporto della Toscana Centrale e dall'indifferenza di tutti.
Fu un evento memorabile a cui siamo molto legati, sia da un punto di vista teatrale che per il suo valore di azione civile. Molte persone salirono lassù nel tardo pomeriggio di un luglio caldo come quello che stiamo vivendo quest'anno. Lo spettacolo si svolse al tramonto, con il sole declinante sul volto degli spettatori che potevano godersi il panorama sulla  Prato moderna e la Piana devastata dal cemento. Dopo nove anni vediamo che la pianura di Firenze Prato e Pistoia è devastata ancor di più, con la minaccia costante di un nefasto ampliamento dell'aeroporto di Firenze e innalzamenti di urbanizzazioni devastanti.
Chi era presente allora credo non possa dimenticare l'emozione e la contrastante bellezza di quelle due ore.
Per questo ieri ci siamo recati lassù con amici con cui organizzammo l'evento a rievocarne l'anniversario.
Ma quale sorpresa lungo la strada! A causa delle tante e profonde buche  - come piccole voragini - siamo stati costretti a  lasciare l'automobile e proseguire la salita piedi.
Una  volta arrivati  in cima abbiamo incontrato un gruppo di maiali scrofe e lattonzoli che ci hanno impedito di proseguire il percorso ed arrivare sul luogo della recita che, come ricorda il Prof. Centauro nel passo che qui copio, fu personalmente ripulito allora dal compianto Fiorenzo Gei, presidente del CAI di Prato.

L'abbandono lassù è totale.

"Per il nono anniversario del Laris è stato davvero bello stare insieme e condividere l’erta salita al poggio come una sorta di pellegrinaggio, vissuto anche nel ricordo di Fiorenzo. Qui mi fermo per il tempo fuggito e lo struggente pensiero per chi non è più con noi … forse è meglio ricordarsi la bellezza di Poggio Castiglioni con le centinaia di persone accorse per godere lo spettacolo in un clima di festa e di grande fervore nella riscoperta di questo straordinario luogo di storia e natura, piuttosto che ritrovarlo, come abbiamo visto ieri, in abbandono, senza cura ed ormai “irraggiungibile” devastato com’è dalle buche lungo la strada, lassù lordato ovunque dalle feci dei maiali, fuor di metafora, veri padroni del sito quasi fossero trasmutazioni di  uomini di omerica memoria".

Buche sulla strada per Poggio Castiglioni, data di ieri


Fiorenzo Gei con Ivano nel 2008 a Poggio Castiglioni per la ripulitura del sito per la recita di Laris Pulenas - Foto Prof. Centauro

Prof. Centauro presenta il Laris Pulenas,  8 luglio 2008 - Foto Centauro

La recita del Laris Pulenas, foto Prof. Centauro.

Nessun commento:

Riflessioni dopo la presentazione della stagione

Gianfelice mi ha detto: "Sembra un teatro finanziatissimo, e invece il teatro, la stagione non riceve un centesimo". Forse è ...