mercoledì 24 giugno 2015

Casale: non siamo 'inerti'

Il Comune di Prato, volendo mettere a forza un impianto di inerti a Casale di Prato, quello della Varvarito, e dove già ce n'è uno simile  e ancora un altro non lontano nella zona del Calice ad Agliana,  più precisamente di asfalti, bitumi e simili, tratta i propri cittadini come gli inerti che vuole allocare.

Ma i cittadini non sono 'inerti', né lo saranno, e sanno le storie e conoscono i risvolti dei pezzi di terra che con la forza il Comune vuole far occupare dalle grandi e 'rumoranti' ditte.

Questo Comune non è comune che a e di pochi, gli stessi, che da anni e anni si trasmettono il controllo del territorio, con il solito giochetto del 'do ut des', o anche forse meglio, 'manus manum lavat', com'è esplicitato bene nel Satyricon di Petronio (XLV).

Nessun commento:

Morire da turista

Sono morto da turista. Un privilegio per pochi. Nemmeno me ne sono reso conto. Ero lontano dalla mia città, Barcellona, che in questi gio...