martedì 22 novembre 2016

Ancora logo: quello di Pratofestival molto simile a quello di Pistoia

Ancora loghi, e confusione. O conformismo?

Niente di grave, vero, queste sono inezie, tuttavia...
E' incredibile come il logo per il prossimo Pratofestival, che include le manifestazioni di Natale, sia davvero simile a quello di Pistoia Capitale della Cultura 2017. Basta confrontarlo nel post precedente.

Ora, non è per far polemica, ma davvero dispiace tutta questa corsa al logo, questa diffusa 'brandizzazione', quando poi non ne vengono fuori che replicanti.

Cos'è mancanza di fantasia? Gravissimo, per chi disegna o accetta la proposta.
Cos'è, direttive precise da parte del committente?

Tutte queste direttrici, che forse sono state segnate unendo sulla cartina dei punti significativi della città, sono, in entrambi i tre loghi,  insignificanti.  A cosa si vuol alludere, alla fine, a un albero di Natale? (E meno male che lo sfondo in quest'ultimo è nero...).

Ora, dato che il logo di Pistoia e quello di Prato si somigliano, e da qui viene il logo del Pratofestival, non sarebbe meglio cambiare quest'ultimo? Dire che si è sbagliato o che si vuol migliorare non è poi così grave, anzi è ammirevole per ente pubblico! Non lo ammettono mai; ma forse è troppo tardi; sì, è troppo tardi...

2 commenti:

Anonimo ha detto...

O forse e' la stessa azienda amica che li produce: sappiamo come vanno le cose; ma c'e' stato un regolare bando per proporre il logo?
Pierino Timperi

Maila ha detto...

Per Pistoia sì, c'è stato; per Prato, non so.