mercoledì 16 novembre 2016

Poesia alla pratese

Alla Biblioteca Lazzerini di Prato si sono inventati un concorso di poesia davvero comico, o quanto meno, al passo con i tempi:

tu vai in biblioteca, metti un po' di libri, quelli di carta, quelli che nessuno legge più e quindi non sanno nemmeno cosa farsene di tutti quei libri (per questo la 'genialata'...); ne accatasti qualcuno, fai in modo che i titoli siano 'carini', 'ganzi' eccetera, insomma, li modelli secondo il senso o non senso (anzi, direi meglio non senso, tanto è poesia per modo di dire) e ne fai una bella composizione a mo' di quadretto...Dopodiché scatti una foto del dorsetto e la mandi alla biblioteca, su Facebook o non so dove e poi...e poi ci sarà anche la premiazione e potrai anche vincere un bel bigliettone per il gran teatro Metastasio!
Ah, che ganzo, davvero, tutto molto ganzo...direi 'alla pratese'!
Quanta cultura in questa città, quanta quanta creatività. Come si diffonde così la pratica della lettura!
Però i dadaisti, un secolo fa, facevano divertire di più di questi tardi epigoni.


1 commento:

Anonimo ha detto...

Una Gran caGata, con la G alla meneghina.

Morire da turista

Sono morto da turista. Un privilegio per pochi. Nemmeno me ne sono reso conto. Ero lontano dalla mia città, Barcellona, che in questi gio...