martedì 10 marzo 2015

Toscana Infelix: licenziamenti alla cultura

Mentre il nostro Presidente di Regione si sciacqua la bocca sull'accoglienza e l'integrazione dei ROM, dipendenti del settore culturale vengono tranquillamente licenziati in favore di esternalizzazione di servizi, e addirittura i sindaci mostrano il pugno sul tavolo contro i sindacati che osano protestare.
Alla Città del Teatro di Cascina sono in vista licenziamenti, naturalmente nel settore pesci piccoli e indifesi, per cui si prevedono le solite storie; mentre i pescicani e i pasci-gatti stanno ampiamente rimbuzzandosi e leccandosi i baffi. Direzioni, presidenze, segreterie compiacenti eccetera eccetera sono sistemati tutti al sicuro.

http://www.gonews.it/2015/03/09/citta-del-teatro-i-cobas-cosa-non-si-fa-per-stare-abbarbicati-alle-poltrone/

Nessun commento:

Parma aveva bisogno di diventare capitale della cultura?

Parma sarà la Capitale della Cultura 2020. Ma questa città aveva proprio bisogno di essere incoronata? Ci sono altre città che forse avre...