martedì 24 gennaio 2012

Le presunte liberalizzazioni della Regione Toscana

Recentemente il Presidente Rossi ha rilasciato una intervista in merito alle liberalizzazioni.
Egli afferma che la Regione Toscana non fa proclami, annunci di 'mezzanotte': fa e basta.
E snocciola le cose fatte in materia di liberalizzazioni: quelle dei collegamenti con le isole dell'arcipelago toscano, per esempio, e altri piccoli esempi nel settore trasporti.  (In realtà la gestione della società regionale Toremar cominciava a essere un peso, che non portava soldi né consensi al partito, solo beghe con l'Antitrust).
La voce di Rossi suona irritata e in difficoltà.
La presa monopolistica del PD sul sistema amministrativo, economico e culturale della regione è ancora incontrastata e fortissima, e si manifesta a qualsiasi livello e non basterebbero dieci governi tecnici per togliere loro l'osso di bocca e restituire dignità alle parole come 'comune',  'cooperative', 'partecipate' eccetera, dove in comune non c'è nulla, le cooperative non cooperano e dove i cittadini partecipano solo stando seduti ad ascoltare chi decide.
Naturalmente sarebbe lo stesso se governassero, anzi dominassero altri partiti, come si osserva in comuni dove il Centro-Destra comanda.
Il grande inganno continua.

Per ascoltare le parole di Rossi: http://www.youtube.com/watch?v=dOwylh5FSU0
Per leggere un approfondimento sulla privatizzazione della Toremar,  per cui avrebbe vinto il colosso Moby, si legga il blog http://traghettielbaprezzipiubassipertutti.blogspot.com/2011/07/monopolio-toremar-moby-siamo-tranquilli.htmlsiamo-tranquilli.html

Sono argomenti di attualità, ora che il mare prospicente la Toscana è grande protagonista.

Nessun commento:

Morire da turista

Sono morto da turista. Un privilegio per pochi. Nemmeno me ne sono reso conto. Ero lontano dalla mia città, Barcellona, che in questi gio...