lunedì 15 maggio 2017

Consumo di suolo in Toscana: Prato la prima in classifica

Traggo due immagini dal rapporto annuale 2016 dell' ISPRA sul consumo del territorio, dove risulta che Prato, in Toscana, è la provincia con i maggiori tassi di consumo di territorio (insieme a tutta la Piana).

D'altronde basta salire a Poggio Castiglioni, sopra Prato, per rendersi conto di cosa è diventata la pianura fra Pistoia, Prato e Firenze: un lungo susseguirsi di capannoni (l'interporto spicca su tutti), edifici, strade tangenziali. Molto lasciato all'incuria e alle mere manovre speculative.
A ciò si aggiungerà l'ampliamento dell'aeroporto di Firenze (comune che ha il bel primato nel consumo di suolo, eppure non è tanto piccolino come Prato!), con la 'ciliegina' del raddoppio della Autostrada A11, fra Firenze e Pistoia.

Invece di pensare di organizzare liste segrete per le prossime elezioni- segrete come quelle di Pulcinella - coloro che vogliono 'lavorare' per la città di Prato (quelli che, se ci saranno, qualcuno probabilmente avvelenerà sul nascere con la solita ricetta del 'fango alla pratese', portando avanti i più ambiziosi e pronti ai giochetti di gruppo e potere), leggendo il documento di ISPRA avrebbero già materia da dove partire. Il documento completo si può scaricare appunto dal sito dell'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale.


 

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Cara Maila,
ti consiglierei di finirla con dare suggerimenti a gente sorda e impreparata, che si era ammantata di una ventata di nuovo e aria fresca e pulita, ma che alla fine odora solo di basso arrivismo e meschina ambizione.

Chiaromonte

Anonimo ha detto...

Quanto hanno costruito.

Morire da turista

Sono morto da turista. Un privilegio per pochi. Nemmeno me ne sono reso conto. Ero lontano dalla mia città, Barcellona, che in questi gio...