venerdì 7 settembre 2018

Felicità? No, grazie

Alla Triennale di Milano il Corriere della Sera organizza, con tanti eminenti sponsor, la tre giorni de Il Tempo delle donne, che quest'anno ha come titolo "La Felicità. Adesso".

Non la felicità domani, costruita e pensata. Qui e subito, con quello che c'è, e che puoi solo comprare, come un oggetto da mettere nel carrello della spesa, per metterti al passo coi tempi presenti, da cui deve essere allontanato ogni spettro di infelicità, che, al massimo la signora donna può dichiarare al suo psicanalista o al marito mentre perlustra l'online.

Il programma è mostruoso e asfissiante, un vero e proprio elogio del consumistico evento,  modaiolo e 'smartphonante', dove si comprende, almeno dagli innumerevoli incontri, che la donna farà bene per il futuro, se vuole essere felice (ma perché?), ad allinearsi ai modelli proposti, e a condurre la vita da brava e bella consumatrice che vota le persone giuste.

Insomma, durante l'evento, organizzato secondo l'inconfondibile stile grandi magazzini milanesi, ti illustrano loro, i mitòloghi convocati, quale sarà la parabola della tua felicità.

Io mi domando, come si fa, oggi poi, a essere felici. Una totale oscenità.

Nessun commento:

Santiago, Italia

Con l'ultimo film di Nanni Moretti, Santiago, Italia, si  torna a parlare di Storia e di politica in un tempo in cui il cinema è or...