mercoledì 19 dicembre 2012

I trafficanti del voto

Mai così veloci al voto, così rapidi e rapìti, così di fretta.
E quando mai si è votato a febbraio? A febbraio?! Non certo per la sfiducia al governo Monti!

I trafficanti del voto sono tutti già in azione affinché lo status quo sia mantenuto.
Più veloci si va, tutto più difficile diventa.

Sù sù, montare sul bus, è l'ultima corsa!

E invece, proprio ora, è importante far capire come abbiamo scoperto il giochino; che tutta questa chiamata alla chiamata diretta dei candidati puzza come il morto sotto il letto. Opera dei trafficanti del voto, sempre in azione al momento giusto.

Una volta bastava portare a casa dei poveracci il facsimile; ora non più, bisogna agitare la bestia affinché abbai.

Nessun commento:

Spigolature datiniane

Mi scrivono sull'opera Nel nome del Dio e del quattrino :  "Siamo gli spettatori di Firenze... Bello lo spettacolo sul Datini, i...