lunedì 2 luglio 2018

La Lega dichiara guerra alle Soprintendenze?

Nel suo discorso a Pontida del 1 luglio 2018 Matteo Salvini sembra voler continuare la guerra alle Soprintendenze sferrata già nel 2014 da Matteo Renzi: "Mai più cantieri fermi per ritrovamenti archeologici. E' il colmo" (1).
Vi ricordate il Decreto Sblocca-Italia? 

Le parole di Salvini vanno nella stessa direzione, ossia verso il liberismo selvaggio, per cui la tutela messa in atto dalle Soprintendenze sono un ostacolo. Queste le parole del capo della Lega e Ministro dell'Interno pronunciate a Pontida:

"Difesa dell’ambiente vuol dire aver cura delle nostre risorse, vuol dire difendere le nostre montagne, i nostri laghi, i nostri fiumi, i nostri mari…vuol dire smetterla con quelle burocrazie, e a volte con quelle Sovrintendenze che non ti fanno muovere un legnetto, non ti fanno pulire il torrentello, non ti fanno potare l’alberello! Ma lasciate che la gente di montagna faccia quello che ha sempre fatto, e la gente del mare curi i propri mari senza rompere le scatole da una scrivania di Milano o di Roma o di Palermo, che una montagna o un fiume non l’hanno mai visto…"

Addio Soprindendenze per l'archeologia, le belle arti, il paesaggio, tutela addio? Non dice nulla il Ministro Bonisoli?



Nessun commento:

Santiago, Italia

Con l'ultimo film di Nanni Moretti, Santiago, Italia, si  torna a parlare di Storia e di politica in un tempo in cui il cinema è or...